COMUNICATI

Ieri è stata la volta del Disegno di Legge Delrio sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni. Al di là di quel che si è tentato di far credere, questa legge – in mancanza di una legge di revisione costituzionale – non abolisce affatto le Province ma le mimetizza, le trasforma, sottraendole al controllo democratico dei cittadini, senza reali tagli alla spesa pubblica. Per questo il voto mio e quello di Sinistra Ecologia Libertà non poteva che essere contrario.

Leggi tutto...

Negli anni Settanta i giovani chiedevano la "fantasia al potere", oggi prendiamo atto dei numerosi casi di evidente "incompetenza al potere".

Leggi tutto...
Venerdì, 22 Novembre 2013 12:31

L'acqua deve essere pubblica

Per chiudere definitivamente la stagione degli affidamenti ai privati della gestione dei servizi idrici, e affinché il voto referendario di due anni fa sia rispettato, ho presentato, assieme al collega Kronbichler, un emendamento al DdL Delrio.

La mia proposta fissa al 30 giugno 2014 il termine improrogabile per la cessazione di tutti gli affidamenti dei servizi pubblici operati dalle Province nel corso di questi anni - primo fra tutti quello del servizio idrico - a società esterne aventi anche capitali privati. In sintesi, le Regioni dovranno riassegnare alle Province e alle Città metropolitane tutti i servizi esternalizzati negli anni, altrimenti sarà il Governo a dover agire in sostituzione per far rispettare la volontà popolare.

Leggi tutto...
Lunedì, 18 Novembre 2013 17:53

"Sopprimiamo gli enti intermedi"

"Sopprimiamo gli enti intermedi, comprese le società a capitale pubblico, intero o misto, che gestiscono i servizi pubblici non essenziali. I servizi pubblici devono essere gestiti dalle Province o dalle città metropolitane". Lo scrivono i deputati Sel Nazzareno Pilozzi e Florian Kronbichler, spiegando il senso di un emendamento al disegno di legge Delrio sul superamento delle province, che istituisce un articolo 15 bis.

Leggi tutto...

Al via, in Commissione Affari Costituzionali, le audizioni per l'esame del disegno di legge che dovrebbe portare all'abolizione delle Province. Se la lingua italiana è ancora la lingua italiana e la realtà è ancora la realtà, di tutto si tratta in questo ddl svuota-Province, tranne che dell'abolizione di questi enti.

Il Ministro per gli affari regionali, di cui il disegno di legge porta il nome, Graziano Delrio, intervenuto in Commissione, non ha fatto altro che confermare questa sensazione: che si creerà un nuovo strappo nell'architettura democratica dell'Italia.

Leggi tutto...