COMUNICATI


Giovedì, 06 Novembre 2014 09:52

Si salvaguardi l'indotto di Agusta Westland

Scritto da 

Ho appena depositato una nuova interrogazione con lo scopo di difendere il tessuto imprenditoriale locale. Questa volta è Agusta Westland, società del gruppo Finmeccanica, a finire nel mirino.

Agusta, infatti, presente in Provincia di Frosinone con i due stabilimenti di Frosinone e Anagni, ha appena modificato il suo sistema dei fornitori di ricambi presso i suoi stabilimenti, scegliendo imprese estere al posto di fornitori italiani. Le mie preoccupazioni sono rivolte verso tutte quelle realtà che, andando a costituire l'indotto di Agusta Westland, potrebbero diminuire drasticamente i livelli occupazionali e lasciare a casa i centinaia di lavoratori oggi impegnati nel settore.

Per questo motivo, mi sono rivolto al Ministro dell'Economia e delle Finanze e a quello dello Sviluppo Economico, chiedendo loro di appurare la reale riduzione dei costi sostenuti dalla società in questione. C'è da considerare, infatti, che oltre al danno di possibili perdite di posti di lavoro – cosa che nella nostra Provincia ridotta al collasso sarebbe gravissimo – le imprese estere dalle quali Agusta dovrebbe cominciare a rifornirsi non conoscono le modalità di produzione degli stabilimenti locali: questo potrebbe portare l'azienda a spendere più di quanto spendeva in precedenza, poiché gli scarti e i ritardi nella produzione sarebbero molto più diffusi di allora.

Il lavoro svolto negli stabilimenti AW è di alta specializzazione e precisione e la scelta delle attrezzature e/o i materiali di consumo è di fondamentale importanza ai fini dell'efficienza della produzione. Ciò rende essenziale l'esperienza maturata in questi anni nei rapporti tra fornitori locali e committente, esperienza che ha ridotto al minimo gli scarti di produzione e, dunque, le perdite economiche connesse.
Mi auguro che i Ministri competenti intervengano subito poiché non possiamo permetterci ulteriori chiusure di imprese locali – di questo stiamo parlando – né che Agusta lavori in perdita ponendo a rischio la produzione locale.

Lascia un commento